L’Edps è da oggi responsabile della compliance con le norme sulla privacy dell’agenzia Ue per la cooperazione giudiziaria penale. La sfida del neo-nominato Wojciech Wiewiórowski: un’Europa più sicura ma sempre rispettosa dei diritti

Più privacy per i dati conservati e elaborati da Eurojust, l’agenzia dell’Unione europea per la cooperazione giudiziaria penale: entra oggi in vigore il nuovo regolamento sulla Eu Agency for criminal justice cooperation che prevede un nuovo meccanismo di supervisione per il trattamento dei dati personali. In base alle nuove norme, il Garante privacy europeo (EdpsEuropean data protection supervisor) assume la responsabilità di verificare la conformità normativa di Eurojust con le leggi Ue sulla protezione dei dati.

La pubblica sicurezza resta un obiettivo centrale da garantire per l’Unione europea negli anni a venire, si legge in una nota dell’Edps, e il nuovo Garante privacy europeo Wojciech Wiewiórowski vuole assicurarsi che l’accresciuta sicurezza di cui l’Europa ha bisogno si ottenga senza calpestare i diritti individuali alla data protection.