Il Data Protection Officer (o DPO per gli amici) non è un’attività per tutti.

La data protection non è un’attività da svolgere in una sola volta per poi accantonarla.
Al contrario, richiede un costante lavoro di monitoraggio nel tempo, aggiornando le informative e i dati sul registro dei trattamenti, tenendo informato personale e vertici aziendali sui nuovi rischi.

Sei un DPO?

Come DPO, devi sempre essere coinvolto in tutto ciò che riguarda la “privacy”. Le attività che ti riguardano sono sia pianificabili ma anche extra, da svolgere su richiesta del titolare.

In questa serie di pillole di Privacy ti elencherò le 9 attività principali per avere la garanzia di un controllo ottimale sull’ambito data protection in azienda.

1 – COMUNICA CON IL TITOLARE E IL PERSONALE INCARICATO DEL TRATTAMENTO

Come DPO devi informare e fornire consulenza al titolare, non solo su richiesta ma anche inviando comunicazioni periodiche o estemporanee per aggiornare il personale preposto agli adempimenti su eventuali novità normative che impattino sull’operatività. Inoltre, monitora con costanza la casella mail dedicata al DPO, rispondi alle comunicazioni pertinenti, gestisci le comunicazioni non pertinenti (inoltro al titolare oppure respingimento o altro, come concordato con il Titolare).

[fonte: Digital360]