Cresce il mercato della Sicurezza Informatica per il terzo anno consecutivo in Italia

Il nuovo regolamento europeo sulla sicurezza informatica conosciuto come Cybersecurity Act è entrato in vigore il 27 giugno 2019 in Italia.

Lo scopo principale per cui è stato redatto è detta di Mariya Gabriel – Commisioner designate della UE, la “salvaguardare gli interessi dei cittadini e delle imprese europee”

E sulla sua spinta il valore del mercato Information Security ha raggiunto la soglia dei 1,317 miliardi di euro, in crescita rispetto al 2018.

L’indagine evidenzia che a fine 2019 il 55% delle imprese ha completato l’adeguamento al GDPR (l’anno scorso era solo il 24%) con un aumento del 45% degli investimenti in tal senso; il 61% ad oggi ha nominato un Data Protection Officer.

Il 71% delle aziende italiana afferma di avere competenze sufficienti all’interno ed il 40% sta cercando nuovi profili.

Evidente invece la scarsa maturità organizzativa delle imprese: nel 40% delle aziende infatti secondo la ricerca, non esiste una specifica funzione Information Security, con competenze specifiche e potere decisionale.

Se aggiungiamo che pochi giorni fa il Garante per la Protezione dei dati personali, ha multato uno dei maggiori operatori nazionali per 27 milioni e 800 mila euro, e uno dei principali gestori di energia per 109 milioni di euro, per la scorretta acquisizione dei dati dei nuovi potenziali clienti, la strada per da percorrere è decisamente ancora molto lunga.

Informarsi, aggiornarsi e adeguarsi alle normative europee è un compito importante e gravoso per le imprese e rischia di essere troppe volte sottovalutato, non commettiamo questo errore, a rimetterci è la nostra Privacy.

Ricerca dell’Osservatorio ISP del Politecnico di Milano-Fonte Ansa.it