WebRTC è una tecnologia open source nata il 1º giugno 2011 che consente ai browser di effettuare in tempo reale la videochat. È basata su HTML5 e JavaScript.[1]

La sua inclusione nel World Wide Web Consortium (W3C) standard è supportato da Google, Mozilla e Opera.

È rilasciato sotto la parziale licenza BSD e il codice si basa su prodotti di Global IP Solutions, azienda che Google ha acquisito nel maggio 2010 per 68 milioni di euro.[1] WebRTC utilizza per l’audio il codec Opus e il codec VP8 per il video e si sta lavorando a migrare il plugin di Google Talk video chat per il quadro webRTC.[1] Wildix è la prima azienda italiana ad offrire un servizio basato su WebRTC.[2]

Da Wikipedia, l’enciclopedia libera.

Grande spazio viene dato alle comunicazioni relative a WebRTC,  il sistema attraverso il quale gli utenti possono scambiare, in real-time, contenuti audio, video o dati direttamente da un Browser a un altro, in modalità peer to peer e che Wildix ha integrato nel proprio sistema di comunicazione.